La storia di Le Castella Dalle origini del mito ai giorni nostri

Ucciali, l'ultimo dei grandi corsari - 6

Anno: 1565 Luglio

A metà mese prende parte all'attacco generale volto alla conquista del bastione di San Michele. Cerca di rompere con le sue navi la catena che difende l'ingresso nel porto; sbarca i suoi uomini che si gettano contro i difensori. In una prima scarica di colpi di archibugio cadono subito uccisi 50 turchi. Arrivano le scale per potere salire su uno sperone dove si trovano i maltesi. Ne segue un duro scontro, in cui cade ucciso Francisco Zangonera che ha il comando della guarnigione. Lo stesso Occhiali rimane ferito in combattimento.

Anno: 1565 Agosto

Si ammutinano le truppe di Tripoli, per cui deve rientrare in Africa. Domata la sedizione, ritorna sotto Malta con 5 galee, al fine di rifornire l'esercito di terra.

Anno: 1565 Settembre

Osserva da vicino la flotta alleata di don Garcia di Toledo, che porta rinforzi ai difensori di Malta. Ne informa Piali Pascià. Prende parte alla conquista della torre di Falca, cui tendono anche le truppe di Chiappino Vitelli. I turchi sono avvistati; l'Occhiali corre il rischio di essere catturato e viene salvato dall'intervento di un altro rinnegato. Si reimbarca alla cala di San Paolo, lascia la flotta e rientra a Tripoli.

Anno: 1566 Ottobre

Stato: In proprio
Avversario: Toscana

Imperversa nel mare Tirreno con 5 galee tra la Corsica e la Sardegna e minaccia il traffico che ha come base Livorno. Informato della sua presenza, esce da tale porto Jacopo d'Appiano con 4 galee: lo scontro avviene alle bocche di Bonifacio. Dopo sette ore di dura lotta, l'Occhiali deve prendere il largo con 3 galee; le altre 2 rimangono nelle mani dei cavalieri di Santo Stefano, che fanno 310 prigionieri e liberano dal remo 220 cristiani.

Anno: 1568 Marzo

Il sultano Solimano, per la sua attività, lo nomina begleberg o beilerbey di Algeri (vale a dire governatore), succedendo in tal modo a Salech Rais. Sarà l'ultimo ottomano ad usufruire di tale titolo.

Anno: 1568 Aprile

Stato: Algeri
Avversario: Orano, Spagna

Mette insieme 14000 turchi archibugieri, 60000 mori e fa portare 400 cammelli carichi di polvere da sparo e di archibugi a Mazagan, vicino Mostaganem, sul golfo di Arzew, per preparare un attacco contro Orano (Oran) ed uno sbarco sulle coste dell'Andalusia. Spedisce 40 galeotte e le fa incrociare davanti Almeria: il complotto è, tuttavia, scoperto e viene sequestrato un importante deposito d'armi. La rivolta, che avrebbe dovuto scoppiare durante la settimana santa, fallisce.

Anno: 1568 Ottobre

Stato: Algeri
Avversario: Tunisi

Marcia con i suoi giannizzeri contro Tunisi, il cui sovrano Mulay Hamùda si rifugia nel porto spagnolo della Goletta.

Anno: 1569 Gennaio

Stato: Algeri
Avversario: Spagna

6 navi algerine sbarcano cannoni e munizioni nei pressi di Almeria.
Una flotta di più di 30 galee e di vascelli carichi di truppe è decimata da una tempesta

segue »

Meteo e mare

Commenti

La voce dei cittadini e dei visitatori

» Leggi tutti i commenti

» Contattaci